Idrokinesiterapia

FISIOTERAPIA

Idrokinesiterapia

L'idrokinesiterapia consiste nell'immersione del corpo in una piscina. Il peso del corpo viene alleggerito fino al 90% (se l'immersione è fino all'altezza delle spalle) al fine di affrontare i vari esercizi di riabilitazione con uno sforzo sensibilmente ridotto. L’idrokinesiterapia, o riabilitazione in acqua, è l’utilizzo dell’acqua a scopo riabilitativo dopo un trauma, un intervento chirurgico o come prevenzione. Questo tipo di riabilitazione è rivolta a pazienti con esiti di patologie di varia natura a carico del sistema nervoso centrale (SNC), sistema nervoso periferico (SNP), Vascolare, Ortopedico-traumatologico.

L’idrokinesiterapia è un’attività riabilitativa globale e/o analitica che utilizza, a scopi terapeutici, le informazioni sensoriali date dalle leggi fisiche dell’acqua, in un ambiente idoneo e gradito dal paziente. L’ambiente caldo e microgravitario che la piscina riabilitativa offre, ovviamente unito al lavoro svolto dal fisioterapista, consentono la riduzione delle rigidità causate dal dolore e il rilassamento muscolare. L’acqua rappresenta uno stimolo sensoriale tangibile rispetto all’aria: fornisce un supporto concreto alla massa corporea immersa, manda continuamente afferenze sensoriali al SNC coinvolgendo sia gli esterocettori, sia i propriocettori nella ricerca di un equilibrio e di una coordinazione necessari a mantenere gli assetti o per svolgere movimenti.

LISTE DI ATTESA

I criteri di formazione delle liste d'attesa tengono conto dei volumi di attività erogati nell'ultimo biennio e delle particolari esigenze del cittadino utente.

Nel computo dei giorni di attesa si considerano solo i giorni lavorativi e si tiene conto degli eventuali periodi di ferie della struttura.